Seleziona una pagina

Anche l’alimentazione può essere un aiuto per prevenire le allergie stagionali

Per un italiano su tre la bella stagione è associata a starnuti, naso chiuso e lacrimazione. Secondo i dati emersi da un’indagine di Assosalute su un campione di mille italiani il 40% degli intervistati dichiara di soffrire di una qualche forma allergica mentre la quota di allergici che soffrono ogni primavera, spesso o sempre, è pari al 19,5% del campione.

Pollini, graminacee, betulla, nocciolo, acari e cipressi sono tra gli allergeni più comuni che colpiscono ogni anno circa il 20% degli italiani.

I sintomi sono causati dall’infiammazione delle mucose e i più frequenti sono: occhi che lacrimano, naso che prude e che cola.

Ci sono alimenti che possono aiutare ad affrontare la sintomatologia allergica e sono:

o Alimenti ricchi in vitamina C che supportano la regolare funzione del sistema immunitario
o Tra la frutta ricca in vitamina C troviamo: arance, mandarini, kiwi, limoni
o Tra la verdura ricca in vitamina C troviamo: cavoli broccoli, peperoni e pomodori

La vitamina C è termolabile e quindi è necessario consumare gli ortaggi freschi.

o Alimenti ricchi in magnesio che contribuisce a ridurre al minimo la produzione di istamina
o Cereali integrali, frutta secca (noci, mandorle, nocciole), semi di zucca, ortaggi a foglia verde

Alimenti da evitare

L’istamina e la tiramina sono sostanze contenute negli alimenti che sono in grado d’indurre una reazione allergica, in particolare a livello nasale. I cibi ricchi di istamina e tiramina sono: vino, birra, tonno fresco e in scatola, gamberetti, crostacei, formaggi, pomodori e cioccolato.

Un’altra categoria d’alimenti è quella contenente è la tartrazina, il colorante E102. La tartrazina è presente in molti prodotti industriali dolci e salati.

Attenzione anche alle allergie crociate tra alimenti e inalanti e, durante le fasi acute, ci sono alimenti che sarebbe meglio evitare.
*
> Betullacee: mela, pera, banana, nespola, pesca, ciliegia, albicocca, prugna, kiwi, lampone, fragola, litchi; carota, sedano, finocchio, prezzemolo, nocciola, noce, arachide, mandorla, pepe verde.
> Composite: cicoria, prezzemolo; sedano, carota, finocchio, lattuga, zucca, tarassaco, dragoncello, camomilla, banana, anguria, mela, melone, castagne, arachide, noce, nocciola, pistacchio, olio di girasole, margarine, miele di girasole e di tarassaco.
> Parietaria: pisello, fagiolo, arachide, pistacchio, soia, gelso, melone, kiwi, ciliegia, patata, basilico, ortica.
> Graminacee: sedano; orzo, avena, mais, riso, segale, frumento, kiwi, anguria, pesca, prugna, agrumi, melone, albicocca, ciliegia;,pomodoro, bietole, mandorla, arachide.
> Assenzio e Ambrosia: sedano, carote

*fonte: Humanitas salue

Commenta su Facebook